Anno 2018ARTE SEQUENZIALE
Progetto erogato da: Scuola IV Circolo Piacenza

PROGETTO “ARTE SEQUENZIALE: TRA NUVOLE E STORIE”

 

Il progetto è stato condotto dall’associazione culturale Piacenza Comics che, partendo da esercizi semplici e istintivi, ha poi portato i bambini ad acquisire progressivamente conoscenze specifiche del disegno del fumetto consentendo a loro la realizzazione di un fumetto vero e proprio in cui è stata narrata la battaglia della Trebbia del 218 a.C. combattuta dall’esercito romano contro Annibale durante la seconda guerra punica, subito dopo la fondazione della città di Piacenza.

ENTE EROGATORE

 

Direzione Didattica 4 Circolo

Scuola Primaria “2 Giugno”

Via Raffaello Sanzio, 15

Piacenza

 

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL PROGETTO

 

Il progetto si è svolto in orario curricolare, a partire dal 9 novembre 2017 fino al 15 febbraio 2018, per un totale di 7 incontri di due ore ciascuno in ogni classe, per 42 ore complessive.

 

Le lezioni sono state condotte dagli esperti Franco Garioni e Fabrizio Quartieri dell’associazione culturale Piacenza Comics. Il percorso è partito da esercizi semplici e istintivi per poi portare i bambini ad acquisire progressivamente conoscenze riguardo alcune tecniche di disegno e sperimentare attività più articolate che riguardano la caratterizzazione dei personaggi, dei luoghi e degli ambienti della storia.

 

In particolare sono stati affrontati i seguenti argomenti:

  1. il linguaggio del fumetto: come parlano e recitano i personaggi;
  2. il disegno: scomposizione in forme geometriche;
  3. inquadrature e struttura della tavola;
  4. prove tecniche: matita, acquerelli ed inchiostri;
  5. raccontare una storia: il soggetto e la sceneggiatura;
  6. disegno a matita delle singole vignette;
  7. inchiostrazione, colore ed ombreggiature.

 

È stato approfondito il tema della battaglia della Trebbia del 218 a.C. combattuta dall’esercito romano contro Annibale durante la seconda guerra punica, subito dopo la fondazione della città di Piacenza. A tal fine è stato utile far capire agli alunni l’importanza della documentazione e della ricerca delle fonti per realizzare una riproduzione più corretta possibile sia dal punto di vista scenografico che storico.

 

 

OBIETTIVI DISCIPLINARI

 

Nel perseguire le finalità previste dal progetto, ci si è posti come obiettivo principale quello di sviluppare competenze di tipo trasversale, enella fattispecie di:

  • classificare i diversi formati dei “testi” del fumetto (vignetta, striscia, tavola…);
  • identificare i tratti caratterizzanti i personaggi ed esprimerli attraverso il disegno;
  • scrivere una sceneggiatura e creare dialoghi;
  • produrre un fumetto, ri­spettandone le ca­rat­te­ri­sti­che strut­tu­rali e for­ma­li (vignetta, striscia, dialoghi, parole onomatopeiche, didascalie).

 

 

METODOLOGIE UTILIZZATE

 

  • l’apprendimento cooperativo, per favorire una positiva interdipendenza e interazione tra gli alunni;
  • lo scaffolding dei compagni esperti;
  • il tutoring tra pari;
  • la didattica laboratoriale.

 

 

DESTINATARI DEL PROGETTO

 

Gli alunni delle tre classi quinte a tempo pieno della scuola primaria “Due Giugno”, per un totale di 58 bambini.

 

 

RISULTATO FINALE

 

Come esito finale, i bambini hanno prodotto un volume a fumetti che è stato stampato in 1000 copie a colori, di 16 pagine, del formato di 17×24 cm.

 

 

VALUTAZIONE DEGLI EDUCATORI

 

Il progetto proposto da Piacenza Comics ha permesso di far scoprire ai bambini la storia della città in cui vivono attraverso il fumetto: uno strumento valido e accattivante per la facilitazione dell’apprendimento perché ha un linguaggio particolarmente efficace, affine ai modelli comunicativi dei giovani.

 

Inoltre, questo laboratorio ha dato la possibilità a tutti gli alunni, anche a quelli in situazione di disagio, di esprimere la propria creatività, di sostenere il proprio bisogno di autostima e di lavorare in modo affiatato in gruppo. Pertanto, ponendo attenzione alla dimensione emotiva dei bambini, questa esperienza di apprendimento ha contribuito alla promozione del loro benessere a scuola.

MAGGIORI DETTAGLI
Anno 2017CAMBRIDGE
Progetto erogato da: Scuola IV Circolo Piacenza

PROGETTO “CAMBRIDGE

 

Il progetto ha avuto come obiettivo quello di preparare gli alunni al conseguimento della certificazione europea di livello Pre-A1 Starters di lingua inglese (quadro di riferimento europeo) del Cambridge ENGLISH Language Assessment.

ENTE EROGATORE

 

Direzione Didattica 4 Circolo

Scuola Primaria “2 Giugno”

Via Raffaello Sanzio, 15

Piacenza

 

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL PROGETTO

 

Il progetto si è svolto in orario extrascolastico, a partire dal 25 gennaio 2017 fino al 26 maggio 2017, dalle ore 16,30 alle ore 18,00, a cadenza bisettimanale, per una durata complessiva di 45 ore. Il monte ore previsto in prima istanza (35 ore) ha dovuto subire una aggiunta di 10 ore per consentire alle docenti di poter espletare in maniera esauriente il programma didattico.

 

Le insegnanti Russo e Stagno, data la numerosità degli alunni, hanno condotto insieme il gruppo classe, coadiuvate da strumenti tecnologici, quali specifici programmi informatici e la Lavagna Interattiva Multimediale.

 

Nello svolgimento delle attività didattiche si sono avvalse di diverse metodologie, tra cui l’approccio funzionale comunicativo, con largo utilizzo di attività di role-play, flashcards e giochi glottodidattici finalizzati alla acquisizione e al consolidamento delle strutture linguistiche e del lessico, la riflessione linguistica, con esercitazioni orali e scritte, anche con l’utilizzo di un libro di testo “Fun For Starters” e anche attività di gruppo e di coppia, finalizzate al consolidamento di competenze sociali e competenze chiave di cittadinanza.

I contenuti delle attività didattiche e le verifiche in itinere sono stati predisposti in funzione dell’esame finale, in accordo con il programma ufficiale previsto dal “Cambridge ENGLISH Language Assessment”.

 

 

OBIETTIVI DISCIPLINARI

 

Nel perseguire le finalità previste dal progetto, ci si è posti come obiettivo principale quello di sviluppare competenze di tipo trasversale, enella fattispecie di:

  • Sviluppare e potenziare le competenze linguistiche degli alunni in merito alla comprensione orale, produzione orale e comprensione scritta, secondo gli obiettivi del livello A1 del quadro di riferimento europeo.
  • Sviluppare la consapevolezza interculturale
  • Permettere agli alunni di familiarizzare con modalità di verifica e tipologie di test previsti dagli Istituti abilitati a rilasciare una certificazione Europea.

 

DESTINATARI DEL PROGETTO

 

33 alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria “2 Giugno”.

 

RISULTATO FINALE

 

Al termine del percorso didattico, un numero di 13 bambini ha fatto richiesta di ammissione all’esame per il conseguimento della certificazione Pre-A1, secondo il quadro di riferimento Europeo.

La valutazione dei risultati delle prove ha evidenziato il conseguimento di un buon livello generale di competenza nella lingua Inglese per tutti i bambini coinvolti. Tutti hanno sostenuto in modo sereno la prova d’esame, dimostrando fiducia nelle proprie capacità. Tutti hanno conseguito l’attestato finale.

Anche gli alunni che non hanno sostenuto l’esame per il conseguimento della certificazione hanno, comunque dimostrato di aver migliorato le proprie abilità linguistiche in merito alla comprensione orale e scritta e alla comunicazione orale.

 

 

VALUTAZIONE DEGLI EDUCATORI

 

Le insegnanti hanno rilevato, infatti, una maggiore fluidità nella espressione orale, una partecipazione più disinibita e consapevole alla conversazione in classe, e un numero di interventi spontanei maggiore nella conversazione tra pari durante la routine scolastica e nelle interazioni durante i giochi.

Le insegnanti rimarcano, inoltre la positività di tale esperienza nello sviluppo nei bambini di una maggiore consapevolezza interculturale, abituandoli a confrontarsi con esaminatori appartenenti ad istituzioni Europee, confermandoli nel loro essere cittadini d’Europa.

In ultima analisi, oltre alle competenze più specificatamente linguistico-comunicative, tale esperienza ha arricchito il bagaglio culturale degli alunni, implementandone quelle competenze civiche o di cittadinanza che costituiscono la finalità pervasiva del progetto di Circolo.

 

 

MAGGIORI DETTAGLI
Anno 2016ONCE UPON A TIME
Progetto erogato da: Scuola IV Circolo Piacenza

PROGETTO “ONCE UPON A TIME

Il progetto, attraverso la realizzazione di un musical in lingua inglese, ispirato alla fiaba tradizionale “Little Red Riding Hood” (Cappuccetto Rosso), ha voluto promuovere e potenziare l’utilizzo della lingua inglese, impegnando i bambini in un compito concreto e motivante che coinvolga i diversi piani dell’esperienza di apprendimento: cognitivo, emotivo, sensoriale e socio-affettivo.

ENTE EROGATORE

Direzione Didattica 4 Circolo

Scuola Primaria “2 Giugno”

Via Raffaello Sanzio, 15

Piacenza

 

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL PROGETTO

 

Il progetto si è svolto in orario extra scolastico, a partire dal mese di Febbraio fino a Giugno dell’anno 2016, dalle ore 16,30 di ogni lunedì fino alle ore 18,30, per un totale di 10 incontri della durata complessiva di 20 ore. Ha inizialmente impegnato gli alunni nella drammatizzazione di semplici dialoghi in lingua Inglese tratti da facili testi narrativi appartenenti alla tradizione fiabesca e opportunamente adattati dall’insegnante di lingua inglese al livello di competenza linguistica dei bambini.

 

Le insegnanti referenti, in accordo con le colleghe dei diversi teams coinvolti, hanno utilizzato anche alcune ore del dopo-mensa per esercitare gli alunni nella recitazione e nella memorizzazione dei canti e dei balletti.

 

Il progetto, se pur svolto in orario extra-scolastico, si è inserito nella programmazione curricolare del IV Circolo di Piacenza, attraverso l’acquisizione di contenuti linguistici e strutture comunicative previste dalla programmazione didattica delle classi terze.

 

 

OBIETTIVI DISCIPLINARI

 

Nel perseguire le finalità previste dal progetto, ci si è posti come obiettivo principlae quello di sviluppare competenze di tipo trasversale, enella fattispecie di:

 

  • Relazionarsi, confrontarsi, condividere idee e suggerimenti, collaborare, gestire conflitti ed emozioni
  • Migliorare le competenze comunicative orali dei bambini in lingua Inglese, ampliandone il lessico e le strutture linguistiche di base.
  • Aiutare gli alunni a comunicare con maggiore spontaneità e fluidità in lingua inglese, facilitandone l’affrancamento da pudori ed inibizioni.
  • Aumentare negli alunni la consapevolezza interculturale.

 

DESTINATARI DEL PROGETTO

 

16 alunni delle classi terze (sez A/B/C/D) della scuola primaria “2 Giugno”.

 

RISULTATO FINALE

 

Il corso è culminato in uno spettacolo finale, allestito presso la cavea del plesso Caduti sul Lavoro di Piacenza al termine dell’anno scolastico, a cui sono stati invitati i genitori ed alunni di tutte le classi terze della scuola “2 Giugno”, insieme alla Dirigente Scolastica Simona Favari.

 

L’esibizione finale è stata preceduta dalla proiezione di un video-documentario, sulle diverse fasi del progetto, curato dall’Ing. Costantino Palladino, al fine di illustrare alla platea le finalità didattiche e pedagogiche del progetto.

 

VALUTAZIONE DEGLI EDUCATORI

 

Gli alunni hanno dimostrato sicurezza e padronanza della lingua nella comunicazione in Inglese attraverso i dialoghi e scioltezza e d’espressività nella recitazione, anche grazie alla interiorizzazione dei suggerimenti della esperta Samantha Oldani.

 

Durante le diverse prove hanno evidenziato spirito di iniziativa ed intraprendenza, partecipando attivamente ai laboratori con idee e suggerimenti in merito alle battute dei dialoghi, alla coreografia e alla sceneggiatura. I bambini più introversi e timidi hanno acquisito una graduale e sempre maggiore sicurezza che li ha spinti a superare gli iniziali timori e pudori rispetto alla recitazione o alla comunicazione in lingua Inglese.

 

Le insegnanti hanno rilevato che il lavoro di gruppo ha cementato il senso di appartenenza degli alunni ed il loro identificarsi in un gruppo coeso, unito nelle molteplicità culturali e nelle differenze etnico-geografiche di cui i bambini del laboratorio teatrale sono portatori. I bambini si sono sostenuti ed incoraggiati a vicenda ed hanno collaborato attivamente per la riuscita di un obiettivo comune: lo spettacolo finale. Hanno accolto di buon grado i diversi suggerimenti delle insegnanti referenti e della esperta, facendoli propri ed arricchendoli con contributi personali.

 

In ultima analisi le docenti sottolineano la rilevanza pedagogica della esperienza suddetta, che ha permesso ai bambini coinvolti di implementare le loro competenze comunicative orali in Inglese ,di promuoverne e svilupparne l’autoconsapevolezza corporea ed emotiva e di consolidarne le abilità sociali e prosociali, in accordo con quelle finalità educative che caratterizzano l’impianto pedagogico del IV Circolo e che identificano nelle competenze chiave di cittadinanza il fine ultimo del progetto educativo didattico di Circolo.

 

A conclusione di tale esperienza le insegnanti referenti ritengono di poter affermare che le finalità e gli obiettivi disciplinari specifici e trasversali del progetto sono stati conseguiti appieno.

 

MAGGIORI DETTAGLI